Dopo alluvioni, riaprono le scuole con una piacevole sorpresa
lunedì 6 ottobre 2008 ore 9:21

Primo giorno del nuovo anno scolastico oggi per due milioni di bambini, tornati in classe in ritardo a causa delle inondazioni che hanno colpito il paese. Ad accoglierli la decisione presa dal governo in questi giorni di introdurre la scuola gratuita per i bambini dai sei ai nove anni. Una decisione importante per un paese che ha subito un drastico calo della scolarizzazione dal 1990 al oggi, passando da un tasso del 95% al 73%. Le tasse scolastiche annue pagate dalle famiglie variano da 1500 cfa a 8000 secondo le regioni, e ne saranno esentati i bambini che potranno presentare un certificato di nascita che attesti la loro età, come spiegato dal ministro dell’Educazione primaria e secondaria Yves Nagou, ammettendo che questa procedura potrebbe comportare dei problemi. “Sappiamo che in alcune regioni i bambini non hanno certificati di nascita perché non sono stati iscritti all’anagrafe. Per risolvere il problema stiamo organizzando con i colleghi del ministero della Giustizia delle commissioni che accertino l’età dei bambini ed emettano certificati nuovi” ha detto il ministro citato dal sito internet governativo ‘Republic of Togo’, aggiungendo che per il momento la scuola sarà gratuita solo per chi ha la documentazione. Nagou ha inoltre annunciato fondi per provvedere a materiale scolastico di base, inclusi i libri, che normalmente vengono pagati dalle famiglie. [BF]