Contro il caro prezzi, un piano di sostegno all’agricoltura
martedì 23 dicembre 2008 ore 9:12

Garantire la sicurezza alimentare migliorando la produzione agricola ed evitando l’aumento dei prezzi dei generi alimentari: è questo l’obiettivo del governo del Togo, che in questi giorni ha avviato molteplici iniziative a sostegno della popolazione. Più di 5000 tonnellate di sementi sono state messe a disposizione degli agricoltori al fine di aumentare la produzione agricola del prossimo anno, mentre è stato annunciato anche l’avvio di corsi di formazione finanziati dallo stato per istruire 304 tra agronomi, veterinari e tecnici agricoli. Tra le altre misure adottate, la trasformazione dell’Osservatorio della sicurezza alimentare in Togo (Osat) in un’Agenzia nazionale alle dirette dipendenze del governo, per controllare il livello dei prezzi dei prodotti alimentari e intervenire in caso di aumenti eccessivi. Secondo le più recenti statistiche diffuse in Togo, l’agricoltura – che dà lavoro a più di due terzi della popolazione – rappresenta circa il 40% del prodotto interno lordo. L’aumento della produzione agricola, ha detto il ministro dell’Agricoltura Messan Ewovor, sarà possibile se si coltiverà la terra arabile oggi inutilizzata, grazie alla creazione di impianti per l’irrigazione e a un impiego regolare di fertilizzanti, consentendo così di coltivare la terra anche al di là della stagione principale e di evitare di dover importare riso e mais, per soddisfare il fabbisogno della popolazione e lasciare un surplus da destinare al mercato. [MV][CO]