NATALE 2008

Piccoli GRANDI aiuti concreti


Molto spesso siamo portati a credere che “per fare del bene” servano grandi cifre.
Assieme a suor Elisabetta Scaglioni, abbiamo pensato ai “Piccoli GRANDI aiuti concreti” per permettere a tutti coloro che vogliono aiutarci di fare la loro parte.

1 € - PASTO PER BIMBI
Con 1 euro puoi assicurare un pasto giornaliero a 4 bimbi.
Causale versamento: "Pasto per bimbi".

30 € - KIT SANITARIO
Un prezioso kit sanitario per poter curare un bimbo o un adulto ammalati di tifo e malaria (le due malattie stanno facendo strage!). Con questa cifra possiamo “coprire” anche casi di altre malattie “combinate” tipo: malaria/diarrea o malaria/anemia.
Causale versamento: "Kit sanitario".

50 € - STIPENDIO MAESTRO/MAMMA
Con questa cifra puoi contribuire allo stipendio di un maestro di scuola materna o elementare, oppure di una "mamma" del Villaggio della gioia.
Causale versamento: "Stipendio maestro/mamma".

90 € - UN METRO CUBO DI CONTAINER
Un paio di volte l’anno inviamo in Togo, tramite container, tantissime cose utili: medicinali, materiale sanitario, motocicli, biciclette, giocattoli, pompe ad immersione, vestiario e masserizie varie.
I vari materiali vengono inviati a tutte le 11 realtà che attualmente seguiamo. Il costo di questa operazione è composto da diverse voci: acquisto del container, trasporto in camion fino al porto, nave, spese doganali al porto di Lomé e trasporto fino alla missione di Tchébébé. Un container “grande” è di 72 m³. Con 90 euro ci aiuti ad acquistare 1 metro cubo del prossimo container.
Causale versamento: "Container".




INVERNO 2007/2008

ASILI… OVVERO LO SVILUPPO COMINCIA DALL’EDUCAZIONE


Suor ElisabettaA Sada, nella diocesi di Atakpamé in Togo, svolge il suo operato di missionaria Suor Elisabetta Scaglioni, di origine mantovana, occupandosi soprattutto dei bambini e dei giovani.

Dal 1997 ad oggi sono stati realizzati 4 asili, tra Sada e villaggi limitrofi, i bambini che li frequentano sono oltre 250.

L’asilo è una bella realtà, poco valorizzata in Africa, ma che è alla base di ogni forma di sviluppo, perché è la prima educazione che “imposta” ogni essere umano.

Quante cose imparano i bambini frequentando l’asilo!
Attività didattiche, gioco, socializzazione, norme di igiene, disciplina… insomma la base di tutto!
I Bambini, accolti gratuitamente, sono seguiti da maestre preparate in loco.
Ad ognuno viene assicurato un pasto giornaliero (preparato da cuoche del villaggio) e la prima assistenza medica in caso di malattia (un’infermiera, pure locale, si occupa del controllo di tutti i bimbi ed un assistente medico li visita periodicamente).
Attraverso i bambini stabiliamo un contatto con le mamme e questo ci permette di organizzare, periodicamente, dei momenti di formazione igienico-sanitaria, alcune basi per una buona conduzione della famiglia ed una prevenzione delle malattie (malaria, anemia, tifo, diarrea…), purtroppo sempre presenti in Togo.

Il mantenimento dell’opera è totalmente a carico della missione e questo comporta una spesa media di 7.000 € annui, per ogni asilo, ripartita fra:
• pagamento degli stipendi di maestre e cuoche (3.000 €)
• materiale didattico (1.000 €)
• generi alimentari (2.000 €)
• medicinali e cure mediche (1.000 €)

Il nostro obiettivo è di rendere autonome queste strutture e assicurare così “lunga vita agli asili!

A questo scopo stiamo educando le famiglie a fornire un contributo mensile in natura (mais, fagioli, pomodori…) quanto raccolto viene utilizzato dalle cuoche per la mensa quotidiana.
È un lento lavoro di “auto-sostegno”, ma crediamo nella sua riuscita!
Inoltre a questo si affiancano gli invii periodici (tramite container) da parte dell’Associazione di materiale didattico, alimentari, giocattoli, medicine… ed anche questo è un grosso aiuto che ci permette di ridurre gli oneri.
Il grosso che rimane, totalmente a carico della missione, è il pagamento degli stipendi delle maestre e delle cuoche… e per questi, al momento, ci affidiamo alla… PROVVIDENZA!

Se decidi di sostenere questo progetto indica nella "causale del versamento": PER GLI ASILI DI SUOR ELISABETTA SCAGLIONI.




PRIMAVERA 2006

POMPA A CORDA


Uno dei pozzi risanatiL'Associazione A.H.A. Amis d'Hygiene et d'Assainissement (Amici dell'igiene e del risanamento) è sorta nell'autunno 2004 nel villaggio di Moretan; il presidente è Padre Paul Badjakata che è anche parroco di questo villaggio e amico della nostra associazione.

Gli obiettivi principali del sodalizio sono:
• contribuire alla promozione dell'igiene e del risanamento;
• contribuire all'approvvigionamento di acqua potabile nei villaggi;
• collaborare con le istituzioni per interventi nel settore dell'ambiente.

Lo stesso Padre Paul ci ha illustrato il funzionamento della "Pompa a corda".

Il telaio in metallo reca un anello di corda in nylon montata su due pulegge, una posta in fondo al pozzo e l'altra imperniata alla sommità del telaio, questa è munita di manovella.
La corda è munita di pistoncini posti a distanza regolare e "passa" all'interno di due tubicini (uno per la parte di corda che scende e uno per quella che sale).
La fune, posta in rapido movimento dalla manovella, tramite i pistoncini trascina con sé l'acqua che si può facilmente raccogliere.

La nostra associazione desidera aiutare l'associazione togolese tramite l'invio di fondi per la realizzazione di "Pompe a corda".

Ad oggi sono stati "sistemati" 95 pozzi con relativa installazione della "pompa a corda"

Il costo di una installazione ammonta a circa 250 €.

Video: Padre Paul presenta il funzionamento della pompa a corda »


Scarica la scheda di presentazione A.H.A. Amis d'Hygiene et d'Assainissement »



INVERNO 2002/2003

ADOZIONI A DISTANZA


La nostra associazione intende dare l’opportunità di aiutare i bambini togolesi attraverso una forma di adozione a distanza un po’ insolita.
Avendo constatato il generalizzato e assai precario tenore di vita di tutti i bambini dei vari villaggi, aiutare solo qualcuno diventa, oltre che ingiusto, anche imbarazzante.
Proponiamo allora di adottare i bambini di un intero villaggio; del contributo delle adozioni beneficeranno, di volta in volta, i casi più disperati e, in generale, un po’ tutti i bambini della comunità.
Se si riesce ad entrare nella mentalità che il nostro sostegno diventi completamente disinteressato, staccato anche dal pur lecito ritorno affettivo che può dare un legame diretto con un solo bambino, il nostro gesto diventerà un immenso dono d’amore.
Si raggiungerà in tal modo, almeno in piccola parte, l’obiettivo di sollevare dalla condizione di povertà l’intera comunità.
Periodicamente i sostenitori verranno informati dei vari interventi della nostra associazione (siamo costantemente in contatto con gli operatori locali).
Non viene fissata alcuna cifra, perché anche le piccole gocce, se numerose, possono contribuire a formare un mare.
Richiediamo solo “l’impegno morale” di almeno qualche anno.

Se decidi di sostenere questo progetto indica nella “causale del versamento”: ADOZIONI A DISTANZA




AUTUNNO 2002

FONDO INTERVENTI RAGAZZI POLIO


Nel Togo la grande piaga della poliomielite è tutt'ora presente, i bambini colpiti da questa grave malattia possono essere operati in Togo o nel Benin. Ogni operazione costa all'incirca 1000 €.

Da un fax di Suor Rita Avesani (11 novembre 2002):
"…con quanto avevate portato abbiamo potuto far operare Abréhim, un piccolo musulmano di Tchébébé, è stato operato a Kara, aveva tutti e due i piedi storti. Attualmente è ancora ricoverato, sta facendo rieducazione, però è felice".

Il fondo, partito inizialmente per i soli casi di poliomielite, si è "dovuto adattare" di volta in volta alle urgenze:

Una bambina dopo l'interventoSomyabalo 10 anni, operato all'ospedale di Sotouboua per una osteomielite grave.
Attualmente cammina con le stampelle e per un anno non deve posare il piede a terra.

Kossi 16 anni, operato ad Afagnan per conseguenze gravi di poliomielite.
Camminava posando le mani ed un piede per terra. Attualmente ha le gambe dritte, sta facendo rieducazione ed impara a camminare. Ha difficoltà a trovare l'equilibrio in posizione retta.

Mahiouminde 14 anni, operato a Kara. Spostamento della rotula. Attualmente è in famiglia con la gamba ingessata, per due mesi deve stare immobile. A fine ottobre gli toglieranno il gesso e poi ci sarà la rieducazione.

Pérenam 11 anni, per lei abbiamo finanziato un corsetto, un collare ortopedico ed un anno di rieducazione all'ospedale di Sotouboua. A causa di un parto complicato (nascita con "forcipe") ha la colonna vertebrale ed il collo che non la sorreggono.

Jolie 11 anni, conseguenze di malaria cerebrale: ha la colonna vertebrale con scoliosi e il braccio sinistro storto. Per lei abbiamo finanziato un corsetto ortopedico e la rieducazione per un anno all'ospedale di Sotouboua.

...la lista d'attesa, purtroppo, è ancora molto lunga.

L'associazione ha deciso perciò di istituire il "FONDO INTERVENTI RAGAZZI POLIO", se decidi di sostenere questo progetto indicalo nella "causale del versamento".


Alcuni casi concreti… »



AUTUNNO 2002

FONDO SIERO ANTIVELENO


L’attività principale della popolazione togolese (bambini compresi) è il lavoro della terra.
Uno degli infortuni più frequenti è il morso di serpente, i campi sono infestati da rettili velenosissimi e mortali.

Contadini al lavoroDa un fax di Suor Rita (11 novembre 2002):

“…una sola fiala ci è costata 34.000 cfa (moneta locale) che corrisponde a 54 €.
Lo stipendio di un infermiere, che non è la categoria più bassa, è di 40.000 cfa.
Ieri è stato morso un ragazzino di otto anni, per salvarlo abbiamo dovuto darne due.”


“…se noi possiamo intervenire è sempre grazie alla vostra generosità, alla capacità di tante persone di condividere con i meno fortunati.”

Suor Rita Avesani

L’associazione ha istituito il fondo “Siero Anti Veleno”.

La spedizione di questo antidoto deve essere effettuata in appositi container freezer (costosissimi).
Per poter utilizzare al meglio il denaro raccolto si è deciso di inviarlo direttamente a Suor Rita che provvederà all’acquisto in loco.

Se decidi di sostenere questo progetto indica nella “causale del versamento”: FONDO SIERO ANTIVELENO







autunno 2009

IL VILLAGGIO DELLA GIOIA

agosto 2013

RIFORMATORIO DI KAMINA

gennaio 2011

FOYER (COLLEGIO) FEMMINILE A KARA




autunno 2011

'CASA DELLA GIOVANE' FOYER A KPATCHILE

gennaio 2011

LICEO CLASSICO A NIAMTOUGOU

ottobre 2010

RISTRUTTURAZ. SCUOLA ELEMENTARE DI SÉRÉGBÉNÉ

gennaio 2010

UNA SCUOLA ELEMENTARE A KAMINA

novembre 2009 - settembre 2010

UNA SCUOLA ELEMENTARE A ISSATI

inverno 2008/2009 - ottobre 2010

UNA SCUOLA ELEMENTARE A IKOTADI

inverno 2007/2008 - settembre 2010

UNA SCUOLA ELEMENTARE E UN ASILO PER MORÉTAN

estate 2007 - novembre 2009

SCUOLA MEDIA A TCHÉBÉBÉ

autunno 2006 - inverno 2008/2009

DISPENSARIO DI SPERANZA!

inverno 2005/2006 - autunno 2007

SALA POLIVALENTE CON LABORATORIO

autunno 2003 - autunno 2007

PROGETTO ISTRUZIONE

primavera 2003 - gennaio 2004

UN POZZO PER LA MATERNITÀ DI TCHANNADÈ

autunno 2002 - marzo 2004

SALA PLURIUSO-MAGAZZINO A HEZOUWE

autunno 2002 - marzo 2004

SALA PLURIUSO-MAGAZZINO A KAZA

autunno 2002

FOGNATURE CARCERE DI KARA